Country House

Scegli la tua lingua

Italian Dutch English French German

Iscriviti alla Newsletter




Meteo

 

Abbazia Santa Maria d'Arabona

Abbazia cistercense fondata nel 1208 forse su un tempio dedicato alla dea Bona (culto latino derivato da quello greco per Demetra). Ridotta a commenda nel 1587 gestione e rendite vengono trasferite al collegio di San Bonaventura di Roma. Nel 1806 viene ceduta alla famiglia Zambra di Chieti. Dopo la rovina ed il degrado in cui la struttura viene a cadere, il monumentale complesso viene ripristinato e consolidato tra il 1948 ed il 1952 per essere poi ceduto nel 1998 alla Curia Arcivescovile di Chieti – Vasto.

La facciata è stata restaurata utilizzando mattoni di color rosso che spiccano sul grigio della pietra d'epoca: soluzione dal forte impatto visivo adottata per distinguere l' intervento effettuato dalle parti originali e per rendere più evidente l'incompletezza di questa parte dell' edificio.

L'interno, a tre navate con arcate a tutto sesto, presenta una tipologia architettonica che ricorda quella delle abbazie laziali di Casamari e Fossanova facendo ipotizzare l'intervento di maestranze provenienti direttamente da Fossanova per edificare una chiesa della stessa matrice francese mentre ancora fervevano i lavori nell'abbazia laziale (Moretti). La costruzione, iniziata nella zona presbiteriale, si interrompe alla prima campata generando nel visitatore l'impressione di trovarsi di fronte una chiesa a croce greca.

Galleria Foto

Seguici Su...

     

Video

Consigliato su